Produzione e vendita prodotti di Sale Trapanese

La Salina Galia fa parte della Riserva delle Saline di Trapani

riserva delle saline di trapani e nubiaPercorrendo la Via del Sale, che da Trapani arriva a Marsala, scopriamo uno luoghi più suggestivi del nostro territorio, le Saline.
Sono grandi vasche colme di acqua marina che,  a seconda del periodo, possono avere colori diversi,  e da cui i salinai raccolgono, da agosto in poi, il sale marino.  Le vasche insieme ai lunghi canali coprono un vasto territorio che arriva fino al mare,  mentre,  antichi mulini  si intravedono  tra i bianchi  cumuli di  sale .
La Riserva Naturale Orientata Saline di Trapani e Paceco,  è gestita dal WWF dal 1995, e comprende un territorio di oltre mille ettari nella quale si trova anche la nostra salina Galia.
La conservazione,  dal punto di vista naturalistico, di questo  straordinario  habitat ha permesso,  a molte specie di animali e di piante, di sopravvivere,  permettendo,  grazie alla sua salubrità,  una delle attività più antiche del nostro territorio, la coltivazione del sale  marino.
Potremmo dire che  la Riserva  delle Saline è lo splendido  risultato del  connubio  tra lavoro umano e natura.
L’esistenza delle saline risale al tempo in cui i Fenici vivevano nel nostro territorio.
Furono  proprio questi abili commercianti ad  individuare,  nella costa trapanese,  bassa, calda e  ricca di venti,  il luogo ideale per la coltivazione del sale.
La zona delle saline è particolarmente interessante dal punto di vista ornitologico, perché è un luogo di sosta di numerose specie migranti.
Infatti, durante la primavera e l’autunno, si possono vedere molti uccelli  tra cui:  Fenicotteri, Aironi bianchi, Garzette,  Spatole, Falchi di palude, Anatre, Avocette, Cavalieri d’Italia, Fraticelli,  Fratini, Gabbiani rosei e il Martin pescatore.

Per quanto riguarda la flora, si può dire che, nonostante l’ambiente sia fortemente salmastro, sono presenti molte specie, tra cui la preziosa Calendula maritima, il raro  Fungo di Malta, che in realtà è un parassita e poi la Salicornia,  Halocnemum, Arthrocnemum, Halimione.

Infine ricordiamo il piccolo crostaceo Artemia salina,  tuttora oggetto di grande interesse da parte degli studiosi.

Quindi possiamo affermare che,  anche se in buona  parte artificiale, il mondo della salina ha un ruolo fondamentale nella protezione delle biodiversità.

>>> Mappa riserva delle saline

CONTATTACI

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Domandina antispam
1+5=?